Home page - Puegnago del Garda - Cultura e Storia

Cultura e Storia

Il paese trae le sue origini da antichissimi insediamenti neolitici, a cui seguirono insediamenti Etruschi, Galli ed infine Romani.

Dall'incerta origine il nome di Puegnago veniva indicato con la denominazione latina di Paniacum, in altri documenti risulta Priviano o Pruviniaca. "Il dizionario di Toponomatistica Lombarda" di Dante Olivieri - Milano 1931 dice: ... I nomi di età romana sono senza dubbio numerosi ma in non pochi casi riesce ben difficile distinguere i nomi di questa serie da quelli neolatini di epoca più tarda.

Negli antiche borghi, non mancano preziose opere d'arte e particolari angoli suggestivi: a Castello fra il verde e l'azzurro spicca l'ottocentesca Torre campanaria (1827), circondata dal castello con torri rettangolari ai lati. Le mura di cinta seguono la forma irregolare del cucuzzolo sul quale sono state erette.

Nella chiesa parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo (1611) meritano l'attenzione del visitatore il quadro al S. Patrono opera di C. Antonio Vicentini; il prezioso organo (1722/4); il coro ligneo di pieghevole fattura (600) viene attribuito per stile e caratteristiche ai Pialorsi detti Boscaì di Levrange, ed una lapide risalente all'epoca romana.

La chiesetta di Mura (1583) dedicata a San Giuseppe, conserva una statua lignea della Madonna del Carmine ed una pala offerta al patrocinio di San Giuseppe; in palude si trova la chiesetta dedicata a San Giovanni Battista la sua costruzione di data incerta risale a prima del 1530. Ha solo un altare con pala di autore ignoto, raffigurante il battesimo di Gesù; l'ancona è opera di Gio Batta Boscaino del 1734.

A Monteacuto, antico borgo in origine composto da tre cascine (XVII- XVIII), venne dedicata a San Gaetano da Thiene una cappella. Sull'altare vi è una tela raffigurante San Gaetano in atto di prendere il Bambino Gesù dalla Madonna. Nella frazione si trova la "Torre Colombera" edificio storico a pianta rettangolare.

Nella frazione Raffa, Comune sino al 1928,situata al centro dell'abitato sorge la chiesa parrocchiale dedicata alla Madonna della Neve (1824) dove si può ammirare un dipinto di Andrea Celesti.

Tra i cittadini illustri della comunità si ricorda Don Giuseppe Baldo (1843/1915) beatificato il 31/10/1989, fondatore dell'ordine religioso delle "Piccole Figlie di S. Giuseppe".


  Back 
Stampa
Privacy policy